Spettacoli

Tra gli scopi dell’associazione vi è quello di offrire alla cittadinanza, all’interno di eventi, feste e momenti dedicati, spettacoli e animazioni di qualità.

E TU?

Spettacolo/performance che nasce da un lavoro di ricerca lungo un anno, un anno durante il quale le visioni, le idee, le sensazioni, le luci, i gesti, le riflessioni, i suoni, le parole sono stati intessuti in un’unica partitura, più volte dilatata, esplosa e rimodellata, cucita, strappata e poi ricucita sui corpi dei due attori/autori. Il processo di lavoro ha prodotto una performance di 50 minuti, originale per testo e musiche, che trova la sua rappresentazione in una forma che si pone tra un live-set elettronico e un’action grotowskiana. La tecnica non è solo parte integrante della scena, ma ne è un fattore dominante: traccia significativa sulla quale i personaggi non agiscono, ma sono agiti. In uno schema metodico, ciclico, i due personaggi dello spettacolo seguono fedelmente le linee delle loro azioni, programmate in una partitura fredda, contratta e corrosa, attraverso una sonorità 4/4 che scandisce il ritmo delle dinamiche. Sono il dominante e il dominato, l’aguzzino e il prigioniero, il padrone e lo schiavo. Ma chi è il soggetto? Tutto è un’unica identità, e nessuna; non c’è più posto per un soggetto: tutto è un accumulo di esperienze, oggetti, relazioni, emozioni, memorie, fino al rigurgito. E così da capo, per ricominciare. Chiusi nella ripetibilità di una meccanica vuota, autodistruttiva e sempre uguale a se stessa, i due personaggi consumano i loro corpi, i loro volti, le loro vite, ignari della verità delle loro esistenze.

Scritto da Mariagrazia Bazzicalupo, diretto da Dimitri Campanella, prodotto da Mariagrazia Bazzicalupo e Dimitri Campanella

Trailer dello spettacolo
Spettacolo completo

NontipreOCCUPARE

Azione performativa, cellula performativa dello spettacolo “E tu?”, NontipreOCCUPARE vuole essere una cruda analisi di una modalità di pensiero e di azione che corrode l’essere umano, rendendolo poco vitale e fragile e succube di una vita che gli sfugge di mano, lentamente, senza alcun tipo di reazione o possibilità di riscatto. Un’azione performativa che rappresenta un punto di partenza per iniziare insieme attori e spettatori a prendersi le responsabilità della propria esistenza e a cercare nuovi modi per avvicinarsi alla felicità.

Ideato e realizzato da Mariagrazia Bazzicalupo

Trailer dello spettacolo

 

Per gli spettacoli per l’infanzia si rimanda al sito del contenitore Circo Sotto Sopra.